giovedì 26 marzo 2009

Scarpette da notte ai ferri con pon pon



qualche domenica fa è venuta mia nonna paterna a pranzare a casa mia. è stata una giornata bellissima sia perchè la famiglia è stata tutta unita sia perchè ho avuto un'occasione per farmi insegnare a creare le scerpette da notte ai ferri che come modello vanno bene sia per i piccini che per gli adulti, basta variare solo le misure!


sono bellissime e non vi dico da quanto tempo vagavo senza risultati per il web in cerca di qualche modello... li trovavo tutti con dimensioni per neonati o per adulti ma lavorati con i quattro ferri che purtroppo io non so maneggiare...


ed è venuta in mio soccorso la mia nonnuccia che è stata una giornrta intera vicino a me e alla mia prima scarpetta.








posso assicurarvi che come procedimento è davvero molto semplice e anche per variare la misura o la lunghezza basta lavorare la parte centrale per la stessa dimensione del piede e la proporzione è fatta!















terminate le due scarpette è sorto il dubbio di come poterle tenere ben sicure al piede.


ho pensato: METTO UN LACCETTO CARINO!

ma cosa ci può essere di più carino di due pon pon?!?


ecco allora che li ho subito preparati (due per ogni scarpetta) e poi li ho collegati con un filo che ho fatto passare all'attacco della parte lavorata ad elastico.

laccetto e pon pon tono su tono mi sembrava troppo smorto, allora ho usato anche il giallo e ho fatto questa unione di colori davvero luninosa!



ecco il lavoro completato!



vi confesso che mi sono molto divertita anche a fare tantissime foto!

ve ne faccio vedere alcuno delle più simpatiche









e poi non poteva mancare l'effetto seppia...



4 commenti:

  1. Ciao, potrei sapere la spiegazione di queste scarpette?? Grazie :)

    RispondiElimina
  2. salve è possibile gentilmente avere la spiegazione delle scarpette

    RispondiElimina
  3. si potrebbero avere le istruzioni grazie

    RispondiElimina
  4. Bellissime, le cerco da tanto tempo, mi puoi dare, per favore, le spiegazioni?
    Grazie.
    Monica

    RispondiElimina